Le tonsille infiammate, a stretto rigore, non sono una vera malattia, come spesso erroneamente viene inteso nel linguaggio comune, ma piuttosto uno dei sintomi della patologia che va sotto il nome di tonsillite o con maggior precisione di faringotonsillite.
La loro posizione strategica fa si che essi e le tonsille in particolare siano spessissimo oggetto di infezioni (specialmente nei primi anni di vita in cui il sistema immunitario classifica i nemici). Risulta pertanto da quanto fin qui detto che la tonsillite è un processo infiammatorio a carico delle tonsille ed eventualmente dei tessuti circostanti. Nel passato si ricorreva sovente all'intervento di tonsillectomia se le infezioni erano recidivanti. Le tonsille sono ingrossate in maniera tale da provocare difficoltà di respirazione ed apnee notturne. Mal gola persistente rimedi medicinalive, Anche parlando di mal di gola persistente non dobbiamo dimenticare che la stessa e una infiammazione dei tessuti della gola scatenata da infezioni di tipo virale. Il mal gola la laringite la faringite rimedi, Il mal di gola si manifesta con infiammazione della faringe o della laringe di varia originesolitamente benigno caratterizzato dalla presenza di irritazione e.
La sindrome kawasaki rara insidiosa ma curabile, La sindrome di kawasaki e una grave infiammazione dei vasi sanguigni che colpisce solo i bambini di norma sotto i 5 anni.
Il mal gola la laringite la faringite rimedi, Il mal di gola si manifesta con infiammazione della faringe o della laringe di varia originesolitamente benigno caratterizzato dalla presenza di irritazione e.La sindrome kawasaki rara insidiosa ma curabile, La sindrome di kawasaki e una grave infiammazione dei vasi sanguigni che colpisce solo i bambini di norma sotto i 5 anni. Infezioni batteriche o virali, allergie, aria secca, sforzi vocali ed ancora problemi gastrici ed inquinamento dell’aria. Sono diverse le cause che possono generare un mal di gola, ed anche per questo i rimedi naturali disponibili possono tornare piu o meno utili a seconda della radice del problema, la sua gravita ed il suo perdurare. Il confine tra la medicina naturale ‘fai da te’ ed il ricorrere alle piu classiche cure mediche, ed il metro ideale con cui decidere quale strada intraprendere per una pronta guarigione e sempre il buon senso.
Sicuramente le cure naturali sono la soluzione preferibile, ma se siamo in presenza di alcuni sintomi come dolore costrittivo alla gola tale da rendere difficile tanto la respirazione quanto le deglutizione, febbre, placche o linfonodi ingrossati o secrezioni del cavo orale, questi sono chiari campanelli di allarme per affidarsi alle cure di un professionista.
Per altre forme con manifestazioni piu lievi, rimedi naturali per il mal di gola sono i liquidi ed i fluidi in generali, meglio caldi ma non bollenti. Anche l’ambiente in cui si soggiorna puo diventare un elemento importante per una piu veloce guarigione del mal di gola; l’aria deve essere costantemente ricambiata, mantenuta umida e mai secca, e il malato deve tenersi lontano da fumatori. Anche in presenza di sintomi di lieve entita ma perduranti, e consigliabile sempre un consulto presso il medico di famiglia, anche prima di usare i rimedi naturali.
Le placche in gola sono piuttosto fastidiose, soprattutto qualora si presentino insieme al mal di gola o alla febbre.
La candidosi colpisce molto spesso quelle persone che hanno un sistema immunitario debole o che attraversano un periodo dove appunto il corpo subisce un calo brusco di anticorpi.
A seguire troviamo la faringite, specialmente quando si parla di placche in gola nei bambini. I sintomi più comuni delle placche in gola sono quelli che interessano le principali vie aeree. Esistono diversi rimedi naturali contro le placche in gola, i quali non permettono di risolvere il problema che vi è alla base, ma di certo aiutano ad alleviare alcuni dei fastidi pi comuni o, in alcuni casi, a prevenire anche la comparsa in quei soggetti particolarmente predisposti. Lo zenzero ormai lo sappiato tutti, è uno dei prodotti utilizzati in cucina migliori quando dobbiamo trovare una soluzione ad un problema di salute. Prendere qualche foglia di salvia e unirle all’acqua im ebollizione per circa 5 minuti. Anche il basilico è il classico prodotto naturale che le nostre nonne ci consigliano per curare diversi malanni stagionali.
Un mito vorrebbe che la coca-cola sia la soluzione perfetta per contrastare l’infiammazione batterica che causa le placche in gola. Nella maggior parte dei casi, quando il problema nasce da un virus, bastano i farmaci da banco a risolvere il problema. Quando la tonsillite e le placche non vengono curate, il pus potrebbe raccogliersi tra i setturi molli e la tonsilla, formando anche un ascesso, il quale in rarissimi casi potrebbe anche diffondersi nel sangue.
Attraverso il tampone faringeo il medico individuerà subito la presenza degli streptococchi se sono loro la cuasa. Le placche in gola sono un disturbo piuttosto frequente che si puo manifestare in tutte le stagioni, anche se e piu comune in inverno e in primavera. Le placche sono la manifestazione visibile di un’infezione sostenuta da virus o batteri.
In tutte le stagioni a soffrire con maggiore frequenza di mal di gola con placche sono i bambini che, soprattutto a scuola, all’asilo e nei centri ricreativi, sono a contatto con molti virus e batteri, capaci di diffondersi nelle situazioni di stretto contatto fra i piu piccoli.
Il dolore alla gola, quando si manifesta anche con la formazione di placche visibili, deve essere valutato dal medico che potra decidere, in caso di infezione batterica, per la prescrizione di un terapia antibiotica.
In questo caso, oppure anche quando il medico non riterra opportuna la prescrizione di un farmaco, il paziente potra controllare bene i sintomi e favorire la guarigione con alcuni rimedi naturali di provata efficacia. I risciacqui e gargarismi con acqua e sale, aceto di mele o limone sono un’opportunita economica, di facile preparazione che assicura una buona efficacia disinfettante.
Gia dai primi momenti in cui si sente la gola pizzicare lo zenzero fresco puo essere un valido aiuto: una sottile fettina di radice fresca puo essere tenuta in bocca e masticata per qualche minuto. Se il vostro bambino presenta mal di gola, gola arrossata con placche di essudato biancastro e febbre molto elevata potrebbe avere una tonsillite da streptococco. Tutti questi sintomi non fanno capire se la tonsillite sia virale o batterica, cosa importante per la cura. La tonsillite batterica da streptococco invece ha un esordio rapido con forte mal di gola, pus sulle tonsille e febbre oltre i 39°C. La tonsillite da streptococco puo causare anche la comparsa di un’eruzione cutanea con macchioline rosse in rilievo, mal di orecchie ed alito molto cattivo. Mentre in caso di tonsillite virale non esiste una cura, ma la patologia si risolve spontaneamente, se la causa e un’infezione da streptococco si deve intervenire con la terapia antibiotica per otto-dieci giorni. In caso quindi di febbre elevata ad esordio rapido, accompagnata da mal di gola o da arrossamento della gola stessa, ma in assenza di congestione nasale e sintomi da raffreddamento si deve sospettare la tonsillite streptococcica ed e bene rivolgersi al pediatra per la conferma e la prescrizione della cura antibiotica. Dopo l’anestesia, il chirurgo rimuove le tonsille attraverso la bocca e interrompe qualsiasi sanguinamento. Se avete problemi con la pressione del sangue, il cuore o i polmoni, chiedete al vostro medico di famiglia di verificare che questi siano sotto controllo.
Se si prende l'aspirina o altri farmaci che contengono questo ingrediente particolare, e necessario informare il personale medico e interrompere il trattamento una settimana prima dell'operazione. Chiedete a un parente o a un amico di andare con voi in ospedale, riportarvi a casa e prendersi cura di voi per la prima settimana dopo l'operazione. L’anestesia generale puo rallentare i vostri movimenti, rendervi impacciati e smemorati per circa 24 ore.
E molto importante che mangiate e mastichiate cibo solido o morbido, non solo bevande, il piu presto possibile dopo l'operazione. Prendete analgesici sotto forma di compresse ogni sei ore per tenere a bada il mal di gola. Come per qualsiasi operazione in anestesia generale, c'e un piccolo rischio di complicanze legate al vostro cuore e ai polmoni. C'e un piccolo rischio (2-3 per cento dei casi) di sanguinamento dal luogo in cui le tonsille sono state rimosse. E possibile che si presenti una sepsi nella zona dell'intervento, anche se non e sempre cosi. Tonsillectomia a 32 anniMi devo sottoporre a fine novembre alla tonsillectomia, ho 32 anni qualcuno mi puo raccontare la sua esperienza ? Dopo la tonsillectomia cosa mangiare ?Io sono stata operata il 30 ottobre e ho un male tremendo. Tonsillectomia a 26 anniSalve,sono giuseppe, ho 26 anni.Io sono stato operato il sei novembre. Intervento alle tonsille a 46 anniCiao a tutti Io ho dovuto fare l'intervento a 46 anni (fatto 5 giorni fa) causa mio figlio. Consiglio a chi si deve sottoporre a questo tipo di intervento (e sia della zona) di rivolgersi all'Ospedale di Cuggiono (MI). Tonsillectomia a 54 anniciao sono lorena ho 54 anni in seguito a numerose tonsilliti con placche per diversi anni e streptolisinico alle stelle le mie tonsille caseose ho dovuto toglierle .Mi hanno operata il 21 novembre. Dopo la tonsillectomia ho la gola sempre infiammataciao, ho 44 anni e oggi sono 2 mesi ke ho tolto le tonsille.
Nei mesi freddi mi fa male la gola dopo che fatto una tonsillectomiadopo 6 anni (ho 37 anni) che ho tolto le tonsille, mi fa male la gola specialmente nei mesi di novembre e dicembre (quindi quando cambia la stagione). Vorrei anch'io operarmi alle tonsille con il laserCiao Giulia, potrei sapere dove hai fatto la tonsillectomia con il laser? Dopo un intervento di tonsillectomia mi hanno vietato cibi solidiMi sono sottoposto ad intervento 11-2, anche a me hanno dato paracetamolo e codeina, ma ora sono passato solo al paracetamolo (tachipirina 1000). Mi sono operata di tonsillectomia ma se potessi tornare indietro non lo farei piuSalve a tutti sono Lucilla ho 17 anni e 4 giorni fa ho fatto l'intervento di tonsillectomia. Primo Post-operatorio: appena uscita ne ho approfittato per parlare con chiunque e ho atteso con ansia le due ore per addentare un ghiacciolo, avrei mangiato un gelato, ma in ospedale non vogliono perche temono che si vomiti. Il problema piu grande e che poi i liquidi scendono a tradimento, quindi rischiate di soffocarvi numerose volte, ma occhio a non tossire troppo!
ASCOLTATE QUESTO MIO CONSIGLIO: tenete la gola umida il piu possibile bevendo o sgranocchiando ghiaccio, se fate questo la guarigione arriva prima!


Dopo una tonsillectomia mangiate roba freddissimaCiao mi chiamo Alessandra e ho 39 anni e sono stata operata lunedi 3 giugno 2013 di tonsillectomia.
Tonsillectomia fatta perche avevo spesso le tonsille ammalateSalve ho 32 anni ed e da 4 giorni che mi sono operato alle tonsille. Calvario dolo la tonsillectomiaCiao a tutti ,mia figlia ha tolto le tonsille a quasi 19 anni l'intervento e andato bene e stato dopo tutto il calvario. La prima emorragia dopo 15 giorni dall'intervento altro giro in sala operatoria anestesia e tutto come se fosse un intervento. A 41 anni ho tolto le tonsilleSalve,sono stata operata 9 giorni fa a Palermo,il medico e stato bravissimo,una goccia di sangue non l'ho mai vista, ho seguito scrupolosamente le istruzioni del medico:non sputare ma deglutire anche se si ha tanto dolore,non tossire,non schiarirsi la gola,bere l'acqua dal bicchiere il primo sorso e doloroso ma non fermarsi perche poi andra meglio quindi bevi almeno 3 sorsi di fila, sto ancora prendendo antiemorragico e antibiotico,da subito ho pure preso arnica 5ch ogni ora, ho solo avuto tanto dolore alla deglutizione ma non bruciore da ferma.
Salve a tutti ieri sono stata dall'otorino e mi ha consigliato vivamente di operarmi perche soffro di tonsillite acuta da ben sei anni e sinceramente non ne posso piu! La parte piu brutta per me si e svolta a partire dalla prima notte e nel secondo giorno,la notte successiva sono riuscito a dormire di piu e quindi mi sono riposato un po',anche se il fastidio un po' altalenante persiste, il problema piu grande e la secchezza terribile in gola e nelle alte vie respiratorie soprattutto durante la notte.
Ora sono al decimo giorno e sto iniziando a mangiare e deglutire un po' meglio,incrocio le dita! In definitiva la mia esperienza non e stata traumatica ma credo che non la dimentichero, in ogni caso non e stato il dolore a fare da padrone quanto piu invece i vari fastidi dovuti alla secchezza, deglutizione ,respirazione faticosa,e la presenza delle escare che si avvertono sulle pareti della gola.
Credo che ne sia valsa la pena di fare questo intervento perche le mie tonsille erano ormai una tana per i batteri e mi avevano causato anche la febbre reumatica che mi ha immobilizzato per piu di un mese..
Send Home Our method Usage examples Index Contact StatisticsWe do not evaluate or guarantee the accuracy of any content in this site. Infezioni che sono appunto la conseguenza di reazioni che non sono andate a buon fine del sistema immunitario contro agenti patogeni trasportati dall’aria. La terapia va completata anche in caso di sollievo immediato per sradicare completamente l’infezione. Oltre al classico latte e miele, si prestano bene alla cura delle affezioni del cavo orale cibi come la radice di liquirizia, calmanti come la camomilla e rinfrescanti come l’eucalipto.
Chi soffre del fastidio puo mantenere pulita la bocca tramite sciacqui con acqua e sale o con bicarbonato; chi invece vive o lavora vicino, deve evitare il contatto aereo diretto. Dopo aver provato di tutto, sia prodotti farmaceutici che naturali, ho trovato la soluzione al mio problema con il Sanaplax. Quando sulle tonsille appaiono delle placche bianche, ecco che si parla di tonsillite accompagnata da pus. Questa infezione nasce a causa di un fungo che colpisce con una particolare aggressività la lingua e il palato. Quando si diffonde in gola provoca anche placche in gola, senza, nella maggior parte dei casi, essere accompagnata dalla febbre. La propoli viene utilizzata per curare praticamente tutti i problemi delle vie respiratorie e il mal di gola. In effetti sembra che la bevanda scura riesca a rimuovere il bus grazie alle sue bollicine, ma in realtà la caffeina al suo interno va a irritare ulteriormente la gola e le tonsille.
Basta diluire un quarto di cucchiaio di bicarbonato dentro 2 decilitri di acqua tiepida, da utilizzare per i gare i gargarismi. I risultati possono essere già disponibili a distanza di pochi minuti fino ad arrivare a 48 ore. Quando vi accorgete del problema dovete subito consultare il medico, il quale potrebbe comunque ritener necessario di somministrarvi alcuni antibiotici specifici da assumere anche durante lo stato interessante. Seguite solo i consigli del vostro medico e alleviate i fastidi mettendo in pratica i migliori rimedi naturali di cui vi abbiamo parlato poco fa! Curiosa quanto basta per tenermi sempre aggiornata e creare contenuti che possono rivelarsi utili agli altri! Nonostante cio, comunque anche tra la popolazione adulta le placche in gola sono una infezione comune.
I lavaggi andrebbero fatti almeno 3 volte al giorno, meglio se dopo la normale igiene dentale dopo i pasti.
La propoli e una miscela di composti aromatici e fenolici e componenti nutrienti come acidi grassi, terpeni, aminoacidi, vitamine, sali minerali.
Le tonsilliti colpiscono principalmente i bambini, e possono essere virali o batteriche, i virus che le provocano sono svariati mentre nei bambini il batterio incriminato e lo streptococco beta-emolitico di gruppo A. Solitamente la tonsillite virale non porta a febbre superiore ai 38°C e il mal di gola e piu lieve.
Si ricorre all’asportazione anche nel caso le tonsille ingrossate provochino apnee notturne. Se pero non ci sono questi sintomi, il solo tampone faringeo positivo per lo streptococco non vuol dire nulla, si puo essere portatori del batterio, ma non avere la patologia. Dovete quindi rimuoverle mediante la tonsillectomia, vale a dire l'asportazione chirurgica delle tonsille. Uno strumento speciale chiamato diatermia (una parola greca che significa mediante applicazione di calore) di solito e usato per togliere le tonsille e al tempo stesso fermare l'emorragia mediante il calore sui vasi sanguigni. In reparto, i medici vi faranno domande su malattie che avete avuto in passato e si accerteranno che vi sottoporrete all’operazione nel modo piu sicuro possibile. I tessuti che sono rimossi durante l'operazione saranno inviati per fare dei test in modo da decidere il trattamento appropriato. Le infermiere vi aiuteranno con tutto il necessario finche non siete in grado di fare le cose da soli. Qualche gelato e l’ideale subito dopo l’intervento perche e morbido e piacevole per il mal di gola. Evitate patatine fritte, corn flakes, fette biscottate e alimenti simili appuntiti o duri per la prima settimana. Se sentite sempre piu dolore alla gola o alle orecchie, mal di testa o febbre, probabilmente significa che si sta sviluppando l'infezione e avete subito bisogno di cure mediche. E solo una guida generale, dal momento che cambia qualcosa a seconda degli ospedali e dei chirurghi, ma e utile per capire a cosa andate incontro.
E importante che facciate dei controlli appositi prima di sottoporvi a quest’intervento e che stiate attenti a cio che fate dopo. Nonostante il dolore devo dire che inizio un pochino a sentire miglioramenti,durante l'intervento non si sente assolutamente niente il peggio forse viene quando si e casa. E durata un oretta in anestesia totale, non ho sentito nulla e mi sono svegliata tranquilla senza troppo dolore. State tranquilli passera tutto velocemente, bisogna solo aver pazienza quei giorni piu dolorosi e poi va sempre meglio!!
Il 30 gennaio, quindi 4 giorni fa, ho subito un'operazione di tonsillectomia con il laser presso l'ospedale di Vittorio Veneto (Treviso).
In ospedale mi hanno detto di evitare assolutamente cibi solidi e soprattutto pane, pizza e biscotti. Inoltre mi dicevano che il periodo peggiore e dal 5 all 8 giorno quando la cicatrizzazione e in stato avanzato e potrebbe esserci il rischio emorragia. Dopodomani mi operero nello stesso ospedale, ed ero proprio alla ricerca di qualcuno che mi tranquillizzasse sulla bravura. L'otorino mi ha detto che ha lavorato un po' per creare una gola simmetrica, perche pare che da una parte avessi una tonsilla gigante.
La tonsillectomia non fa poi cosi male, il dolore e quello delle tonsilliti acute; la tonsillectomia fa schifo! Tutto cio che entra in bocca non scende nello stomaco se prima non sale nel naso (che schifo! In piu avevo le tonsille criptiche e due anni fa ho avuto un ascesso peritonsillare inciso in uno studio del pronto soccorso in quanto ero arrivato li in condizioni abbastanza critiche! Il dolore post tonsillectomia e paragonabile al dolore di una tonsillite acuta ed e sopportabilissimo anche senza antidolorifici. Ho preso questa decisione perche le mie tonsille si ammalavano spesso, erano molto grosse con buchi piu o meno grandi e spesso vi si incastravano pezzi bianchi dall'odore non buono probabilmente dovuti a muco, saliva, cibi e batteri.
Al quarto giorno, quando sembrava andare tutto bene, mangio la pastina ma mi affogo e comincio ad avere mal d orecchio ,adesso basta che mandio ho sempre un forte mal d orecchio ,ieri a visita di controllo il medico mi ha detto che e tutto normale e che giovedi,cioe al 10 giorno di intervento posso iniziare a mangiare tutto,non penso che ci riusciro,fino ad ora ,quindi in 8 giorni avro mangiato 100 gr di pastina,2 formaggini,2 litri di succo,3 omogenizzati,3 coppette di gelato e 2 bicchieri di latte,sono dimagrita 4 kg e anche se nn mi dispiace non riesco a stare in piedi.DImenticavo,la notte dell' 8 giorno,mi sono svegliata in piene notte affogata in apnea e ho fatto spaventare l'intera famiglia . Una volta trasferito in camera il dolore ha iniziato a manifestarsi soprattutto durante la deglutizione ma era sopportabile, dopo circa un'ora ho iniziato a riacquistare l'utilizzo del naso anche se solo per inspirare. Se non avete un negozio di fiducia, e cercate su web uno spazio dove poter acquistare questi medicamenti naturali, potete provare una parafarmacia online come FarmaVillage, che propone alcune soluzioni, disponibili nel sito 24 ore al giorno con un semplice click. Il mal di gola infatti, e molto spesso di origine virale e per questo la sua trasmissione puo avvenire anche attraverso l’aria espirata dal malato. Tuttavia, non è da escludere la presenza di un infezione o di una patologia alla base del problema.
Quando sentite la gola pizzicare, tagliate un pezzettino di zenzero e iniziate a masticarlo (fresco). Lasciare in infusione per circa 10 minuti, filtrarla con cura e dopo berla quando si è stiepidita. Nonostante i sintomi iniziano a regredire praticamente da subito, la terapia dovrà essere portata a conclusione per ottenere una reale guarigione.
Numerose ricerche scientifiche hanno dimostrato che la propoli al 10% in soluzione alcoolica inibisce la crescita di molti ceppi batterici.


Per avere la sicurezza che la causa della tonsillite sia lo streptococco e necessario il tampone faringeo.
Ci sono molte altre parti della testa e del collo e del resto del corpo di questo tessuto, per cui anche senza le tonsille il corpo puo fronteggiare le sepsi. I bambini sono sedati sempre mediante un anestetico generale, mentre per gli adulti potrebbe essere sufficiente solo un anestetico locale per rendere insensibile la gola. Se avete un raffreddore o la tonsillite nella settimana prima del ricovero in ospedale, telefonate al reparto e informate il caposala.
Informi i medici e gli infermieri di eventuali allergie alle compresse, medicine o condimenti.
Qualsiasi tessuto residuo che non serve sara scartato.  E possibile che vi chiedano il permesso di concedere questi residui all’ospedale per la ricerca medica. Vi somministreranno alcuni antidolorifici o vi faranno un'iniezione per alleviare il dolore.
Sara un po' difficile inizialmente assumere cibo solido, ma il dolore cosi andra via piu velocemente. Di solito si ferma applicando una certa pressione con una spugna speciale attraverso la bocca sulla zona in questione. L'intervento e durato pochissimo, non mi sono accorto di addormentarmi perche avendo fatto tardi la sera prima, stavo gia morendo di sonno, e in sala operatoria c'era mia zia ( fa la ferrista in sala) ero molto tranquillo. Il mio otorino ha detto che e sempre piu concreta la possibilita di operazione alle tonsille.
L'operazione e andata bene, il giorno stesso ho passato il pomeriggio in sala d'attesa con i parenti, perche ero stufa di stare distesa a letto e mi sentivo bene(probabilmente per via dell'anestesia ancora in circolo). Scrivo qui di nuovo per raccontarvi di come sono stati complessivamente questi 9 giorni post-tonsillectomia.
Non vedo l'ora che passi tutto e spero che ne sia valsa la pena di sopportare questa tortura. Il giorno successivo sono stata peggio, febbre a 38, dormivo ovunque mi mettessero e ho mangiato poco niente. Vi consiglio di non fasciarvi la testa come ho fatto io e di affrontare il problema il piu serenamente possibile! Come gia detto dell'operazione in se non ci si accorge neanche, durante il postoperatorio sinceramente sento dolore molto forte ma solo quando ingoio. Il medico dice che visto l eta le logge tonsillari sono grandi ed e facile che il cibo si fermi li e che il muscolonon funzioni tanto.Spero sono di risolvere i miei problemi di mal di gambe motivo che mi ha fatto decidere di togliere le tonsille alla mia eta. La prima settimana la sofferenza e tanta (io non riuscivo neanche a deglutire la saliva) sia fisica che mentale, sara che io sono una mangiatrice e sono abituata a mangiare bene, non tanto ma bene, e quindi quelle pappine e minestrine tutti i giorni mi facevano venire la nausea. Altrimenti, se preferite, potete aggiungerlo alle vostre bevande  calde, anche con una spruzzatina di limone. Diluite  alcune gocce di tintura di propoli con acqua e un cucchiaio di miele e utilizzatela subito. Potete anche berlo perché, sempre secondo la saggezza popolare, aiuta ad abbassare la febbre. L’efficacia della propoli in tal senso e supportata anche dalla presenza di acido benzoico e acido ferulico, molecole che hanno note proprieta antibatteriche.
Sia in caso di forma virale che batterica si puo ricorrere al paracetamolo per abbassare la febbre ed all’ibuprofene per ridurre mal di gola e mal di testa. Se state mangiando e bevendo normalmente, e non vi e alcun segno d’infezione, sarete dimessi uno o due giorni dopo l'operazione. Molto raramente, l'infezione puo essere piu grave e diffondersi attorno all'area in cui le tonsille sono state rimosse o nel sangue. Ora, io mi domando se sia davvero necessario visto che si mi vengono le placche, ma non con febbre. Bravo l'Ottorino che mi ha operato (e che conosco da anni) che oltre ad evere fatto un buon lavoro mi ha anche sempre rassicurato sull'intervento. I giorni seguenti avevo molto gonfiore, l'ugola soprattutto, ma dolore abbastanza sopportabile. I primi giorni sono stati i piu duri, non tanto per il dolore alla gola, quanto per quello alle orecchie e alla testa.
A parte il dolore cmq sopportabile, se te ne stai tranqui per quindici giorni dovresti stare alla grande. Il ritorno a casa diciamo e stato abbastanza tranquillo, avvertivo un leggero fastidio ma tutto li. Chiaramente c'e da stare a riposo per qualche giorno, io per ora sono al quarto e penso di averne ancora per altrettanti giorni. Può essere anche diluita in acqua per effettuare gargarismi oppure, spruzzata in gola quando acquistata sotto forma di spray. Se si assumono gli antibiotici, febbre e contagiosita scompaiono in un giorno, dopo due-tre giorni se ne vanno anche gli altri sintomi. Se non mangiate e masticate cibo normale, ma bevete e basta, la gola s’irritera e rischierete che s’infetti e sanguini: cio contribuisce a prolungare il vostro soggiorno in ospedale. In questo caso, dovrete tornare in ospedale e sottoporvi a una terapia antibiotica per via endovenosa, vale a dire attraverso un piccolo tubo di plastica inserito in una vena del braccio.
Sono uscita dall'ospedale 2 giorni dopo l'operazione, ho da subito mangiato cose molli ma non solo gelati. Con gli antidolorifici tieni a bada abbastanza bene, chiaramente nei giorni di dolore piu acuto si fa piu fatica.
Quello che ho mangiato a partire dal terzo giorno e stato: pure di patate allungato con un po' d'acqua, stracchino, minestrina di verdure e pastina (ieri ho aggiunto anche della svizzera fatta a pezzettini), risotto con zucchine e carote, tagliatelle ricotta e prosciutto,la mattina invece mettevo del gelato dentro il latte (buonissimo!). Purche non siano ad alta vischiosita, come la ricotta scadente, che rimane li, ferma, finche non la sputi. Il giorno seguente mi sveglio con un dolore maggiore rispetto al giorno prima, evidentemente dovuto al fatto che la gola e rimasta secca per la notte. Sul foglio di dimissione c'e scritto di mangiare liquido e aumentare gradualmente la consistenza del cibo a partire dal quarto giorno, cosa che pero io non mi sento ancora di fare.
Adesso a 11 giorni di distanza sono arrivata a mangiare quasi tutto ma il dolore c'e sempre mentre mangio e soprattutto se sbadiglio o starnutisco. Probabilmente questo dipende dal fatto che io ho una soglia del dolore molto alta,o dalla tecnica usata nell'intervento (hanno usato l'elettrobisturi).Quindi state molto tranquilli perche la cosa e molto soggettiva.
Ci sono stati alcuni episodi con febbre a 39, ma il piu delle volte solo forte mal di gola.
Tutto sommato neanche male, pensavo di dover andare avanti a gelati per sempre, ma cosi non e stato.
Ho bevuto in continuazione acqua e the, non succhi di frutta perche mi provocano fastidio alle ferite.
In questo caso dovete tornare in ospedale per trattare il problema, ma non e detto che dobbiate sottoporvi a un'altra operazione. Fino ad ora non ho avuto complicazioni ne emorragie e il medico ha detto che ora il rischio e quasi zero (il rischio maggiore sta dal 7 al 10 giorno dopo l'operazione).
Finora ho perso 2 chili e la cosa un po' mi preoccupa, visto che gia prima dell'intervento ero sottopeso (sono alta 170 cm e attualmente peso 49 kg), spero di recuperare al piu presto. Ora, dopo nove giorni, la patina bianca e quasi completamente sparita e, dato che mi sento meglio e fuori c'e il sole, penso che andro a farmi una bella passeggiata. Piano piano il dolore si e alleviato, tuttavia ancora sparisce del tutto, dal terzo giorno ho iniziato a mangiare pure di patate con un po' di brodo di pollo, da ieri anche un po' di pastina anche se sembra che mi provoca irritazione alle ferite, quindi cerchero di resistere ai morsi della fame ancora per un po' ;) la ferita sembra in via di guarigione e il dolore diciamo e quasi sempre piu che sopportabile. Come terapia mi e stato prescritto antiemorragico da bere, cortisone, gastroprottettore e paracematolo al bisogno che pero non ho ancora mai preso.Anche io ho perso 5 kg. Il mio consiglio e NON FATEVI influenzare dalle esperienze di altri ogni uno reagisce nella sua maniera. Per tutte le due settimane mi sono curata solo con anti infiammatori e analgesici un po' forti, ma senza antibiotici (a quanto pare a 8 persone su 10 non serve, poi chiaramente se c'e necessita si puo prendere al momento). Per chiunque debba sottoporsi all'intervento, vi consiglio assolutamente di farlo, se il dottore ve lo consiglia e perche la vostra situazione non e risolvibile in altro modo, io ad esempio avevo le tonsille molto guaste e placche perenni, onestamente il dolore alla gola non e cosi atroce, il vero problema, almeno per quanto mi riguarda, e il fatto di dover seguire una dieta ferrea: e necessario alimentarsi con cibi liquidi e freddi o al massimo tiepidi finche la ferita non si e cicatrizzata. Comunque voglio precisare che fortunatamente non ho mai avuto emorragie, di questo sono veramente contenta (solo l'idea mi terrorizzava). Un consiglio di cuore, se per voi le tonsille sono un peso levatevele e non state a rimandare, nel complesso si patisce un po' ma io mi sento gia che ne e valsa la pena!
Oggi sono 18 giorni, la maggior parte delle crosticine sono andate via, ne rimangono ancora un po'. Non vedo l'ora di riprendere a fare un po' attivita fisica, ma mi sa che per questo dovro aspettare ancora una settimana circa.
Dopo l'intervento si forma una disgustosa e spessa patina bianca nelle logge tonsillari, la fibrina, il medico mi ha detto che sparira a cicatrizzazione completata. Ho ripreso a mangiare di tutto, evito le cose acide e il pane croccante, ma per il resto, mastico bene, mangio cose a piccoli pezzetti e cose tiepide, ma ho gia mangiato sia pizza che le patatine ;) che bello tornare a mangiare!!



Ford edge de venta en chihuahua romanticos
Education for girl child pdf free
Education for 8 month old baby weight


Comments to «Placche in gola e mal di orecchio»

  1. ypa on 11.07.2015 at 10:56:23
    Relationship issues around or eat a nice your associate.
  2. Super_Krutoy_iz_BK on 11.07.2015 at 22:17:40
    Start seeing the distinction in just weaken.
  3. Gunel22 on 11.07.2015 at 23:14:18
    Few days a week of training will probably.
  4. Xazar on 11.07.2015 at 13:15:41
    Even testosterone, but it's really at higher.