Check nagios iis,healthcare equipment industry overview,automotive emergency kit list harrogate,oregon earthquake emergency kit 3.0 - Plans On 2016

09.02.2016
In questo post ho illustrato il codice di uno scrip da me realizzato, in grado di ripulire il sistema dai processi zombie.
Tenere sotto controllo il numero di processi attivi sulla nostra macchina e certamente una buona pratica, soprattutto quando si parla di sistemi in produzione. Occorre precisare, pero, che nel computo totale rientrano anche i processi zombie, i quali, per definizione, non possono essere killati (sono gia in stato defunct). Nel prossimo post vedremo come integrare il suddetto scrip con Nagios (sotto forma di event handler). PS: ho deciso di scrivere il suddetto scrip per sopperire alle limitazioni intrinseche del plugin Nagios (nativo) check_ntp_peer (senza la s finale). In questo post ed in quest’altro ho illustrato, rispettivamente, come configurare Nagios, NRDP e swatch per la ricezione dei check passivi e dei security alert.
Adesso vedremo come fare a monitorare in modo proattivo le regole di auditing definite in precedenza mediante il tool auditd (vedi qui per ulteriori dettagli). A quanti di voi sara capitato di dover fare i conti con un certificato X.509 scaduto (magari installato su un server in produzione) che avete scordato (per un motivo o per un altro) di rinnovare? Ho deciso di adoperare le funzioni in modo da suddividere logicamente le varie operazioni che vengono effettuate per il calcolo del tempo che intercorre alla data di scadenza del certificato. Per prima cosa (tramite la funzione get_cert_datetime()) individuo la data di scadenza riportata sul certificato  (campo notAfter), utilizzando l’applicativo s_client della suite openssl. Successivamente, mediante la funzione get_time_diff(), calcolo la differenza (in termini di ore, minuti e secondi), tra l’ora attuale e quella di scadenza del certificato.
Dopodiche faccio un confronto tra il giorno attuale e quello di scadenza, tenendo in considerazione le suddette soglie oppure i valori di default (10 e 3 nel caso in cui esse non siano state definite esplicitamente). Ovviamente, anche nel caso in cui la data attuale sia successiva a quella di scadenza verra restituito un errore di tipo CRITICAL segnalando che il certificato e gia scaduto.
Installare prontamente gli aggiornamenti di Windows, soprattutto se si ha a che fare con i security update, e sempre cosa buona e giusta. Cosa fare dunque per automatizzare tale task di verifica della disponibilita degli aggiornamenti?
Per prima cosa e necessario che sulla macchina da monitorare sia installato (ed attivo) il servizio NRPE_NT. Per cio che concerne lo scrip PowerShell, esso puo essere scaricato da qui, per poi posizionarlo all’interno della directory Plugins di NRPE_NT. Da notare che l’unico parametro passato al comando riguarda il numero di secondi di attesa (600) prima del timeout. Durante gli ultimi mesi ho discusso ampiamente della configurazione di Nagios per la ricezione dei check passivi, quali trap SNMP o security alert.
Esiste un modo piu veloce per ottenere il monitoraggio delle ACL rispetto a quello che sto per illustrare.
La mia configurazione, invece, si basa sulla logica seguente: il router Cisco generera delle opportune trap SNMP segnalando cio che avviene a livello di ACL (traffico consentito oppure negato).
Per prima cosa occorre scaricare le MIB CISCO-SYSLOG-MIB e CISCO-SYSLOG-MIB-V1SMI dal repository FTP della Cisco, effettuandone il parsing mediante snmpttconvertmib.
Sistema di monitoraggio (Nagios) connesso ad Internet mediante indirizzo IP pubblico di tipo dinamico. A questo punto e stato possibile procedere con il confronto tra l’IP attuale di Nagios e quello presente nel file di configurazione di NRPE_NT.
On this page some Nagios plugins, written or maintainted by me, as well as some external plugins, are presented.
Check the Dell server hardware by using this plugin in combination with OpenManage (installed on the server). This plugin, written by Gerhard Lausser, checks your Oracle database for fonctionality and usage (Connections, Flash Recovery, Process Usage, Session Usage, Tablespace Fragmentation, Tablespace). Ci-dessous comment l’integrer dans Nagios et Centreon, et notamment, comment facilement generer les graph pour une instance donnee. Je constate egalement que, chez beaucoup de mes clients, la proposition de faire du SNMP depuis l’exterieur est (a juste raison) refuse. Pour des infos sur les perfs, dans l’extension ezperformancelogger il y a des bouts de code interessants qui pourraient etre reutilises. NSClient++ e un agent per server windows disponibile per sistemi X32, X64 ed Itanium che permette a Nagios di eseguire innumerevoli check a servizi, processi e molto altro.


E’ bene anche controllare le impostazioni del servizio che e stato creato NSClientpp e inpostare sul Log On il flag su Local System account e Allow service to interact with desktop. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, proseguendo la navigazione in altra maniera o cliccando su ACCONSENTO, acconsenti all’uso dei cookie . When constructing new checks for Nagios, sometimes it’s worthwhile to consider what we’ll call “check resolution”. This document describes a Nagios plugin — a "Xen Virtual Machine Monitor" which can be easily integrated in an existing Nagios system environment.
Migrating Xen VMs between physical servers requires new management and monitoring tools when server virtualization is used within the Data Center. Novell ZENworks Orchestrator is the answer and the solution for Xen Management and Monitoring within the enterprise. The described Nagios plugin for Xen does not eliminate the need of a Xen Management tool, when using serveral Xen Servers running multiple Xen VMs each in your enterprise. The Nagios plugin check_xenvm is based of a simple shell script which performs the "xm list" command and returns the Xen VM names back to Nagios.
When installing check_xenvm on your servers, you will of course only run the plugin on the physical servers and not on the Xen VMs. Note: According to your Nagios configuration you need to check as which user nagios, and if used the nrpe daemon runs on your system.
The Nagios plugin for Xen is designed to run on the Xen Hypervisor the physical Xen servers to monitor the running Xen VMs. The picture below demonstrate the Nagios monitoring view, when the two Xen virtual machines xen-vm1 and xen-vm4 are migrating from the Xen Server webprod04 to webprod05. Note that the check_xenvm command is only executed every 5 minutes as configured in the Nagios services.cfg file.
The second screenshot demonstrates the result after the check_xenvm command was performed again — 5 minutes later. Ora vedremo come fare ad integrare, sotto forma di event handler, il predetto scrip con Nagios. Tale monitoraggio puo essere realizzato mediante il buon vecchio Nagios, il quale provvedera ad inviarci un’opportuna notifica nel caso in cui il numero dei processi superi una determinata soglia (definibile a piacere). Per prima cosa individuo il PPID (parent process id) relativo a ciascun processo in stato defunct (se esiste).
Nella fattispecie, quest’ultimo consente di ricavare solo ed esclusivamente il valore di offset associato alla sorgente di tempo remota e per funzionare e necessario che il server interrogato sia configurato in modo da rispondere alle query NTP (e quindi non solo alle richieste di sincronizzazione). Successivamente effettuo un parsing dell’output, ricavando giorno, mese, anno, ora, minuto e secondo di scadenza, convertendo quindi tali informazioni in Unix epoch. Inoltre, utilizzando la variabile secondsdiff, nel caso in cui mi dovessi trovare proprio nel giorno di scadenza, riesco a capire se il certificato sta per scadere oppure e gia scaduto. Se mi trovo proprio nel giorno di scadenza verifico che la variabile secondsdiff sia un intero strettamente positivo, restituendo un errore di tipo CRITICAL ed il tempo mancante alla scadenza.
Inoltre, ai plugin utilizzati dal servizio in questione, occorre aggiungere uno scrip PowerShell creato appositamente.
A questo punto, sempre lato NRPE_NT, e possibile creare un comando specifico che si occupera di verificare la disponibilita degli aggiornamenti di Windows. Adesso vi mostrero come integrare le predette tipologie di allarmi in modo da riuscire a monitorare le ACL del nostro router Cisco.
Esse verranno intercettate da snmptrapd e tradotte da snmptt, per poi essere elaborate dall’event handler submit_check_result e date in pasto a Nagios. Per tale motivo, affinche si possa indurre Nagios a generare dei security alert solo dopo la ricezione di trap ben determinate, occorre modificare il codice sorgente relativo all’event handler submit_check_result. Successivamente, nel caso in cui esse contengano il pattern igmp denied, lo scrip uscira senza effettuare alcuna operazione.
Esso deve tenere sotto controllo, tramite opportune query NRPE, alcuni servizi attivi su di un server remoto (Windows 2008 R2), raggiungibile mediante FQDN ed IP statico.
It received commands from the Nagios server, then launches several checks on the Windows host (like nrpe) and returns the result to the Nagios server.
One can compare it with NSClient++ but as said, on the Windows host there is no need to install a client.


It can be executed locally on the Oracle server or also on the Nagios server by using a connect string.
Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
What we mean by this term is how many distinct checks you wrap within one service check object. Imagine a cluster of servers running applications which use a queue system to process client input and output.
Designing the right resolution for your service checks will result in the right balance between the right amount of detail and too much, and between the ability to snooze alerts easily without snoozing any alerts that should not be snoozed.
Born in Germany, then moved to Alabama, then Maryland, then Naples, Italy, then California since high school, with many Christmas seasons spent in Pittsburgh, PA, the home of his grandparents. When using "Xen paravirtualization or full virtualization" in the Data Center for Server Consolidation, one will discover soon the powerful Xen option of migrating Xen virtual machines (VMs) from one physical server to another. ZENworks Orchestrator serves as the "brain" that allows policy-based automation, that automates the process of deploying and managing virtual data center assets, as well as dynamically provisioning workloads and ensuring business continuity. It just provides a view on the Xen Host Servers to know where your Xen VMs are actual running. The script should be self-explanatory for everybody, so feel free to adapt it to your own needs and flavor.
Therefore we have to add the check_xenvm service to the corresponding Nagios configuration files for all physical servers while monitoring all Xen available machines with Nagios. Therefore the "xm top" display from webprod04 of the first sceenshot below only shows the remaining xen_vm4 machine, before it was finally moved and migrated to webprod05.
Personalmente credo che non li si debba mai scaricare ne tantomeno installare automaticamente sulla macchina ospite, soprattutto se si ha a che fare con dei sistemi in produzione. Infine,  occorre creare su Nagios un comando ed un servizio specifico, in modo che il nostro NMS sia in grado di effettuare il controllo degli aggiornamenti in modo automatico e ad intervalli di tempo regolari.
Ho optato per tale configurazione poiche sulla mia linux box che funge da syslog server e da NMS sono gia attivi sia snmptrapd che snmptt e quindi ho ritenuto conveniente sfruttarli piuttosto che mettere in funzione swatch. It uses the Windows Management Interface (WMI) to check for common services like cpu, disk, services, eventlog, etc. As an example, consider the “check_disk” check, which by default and out of the box, will check all mounted file systems, so, assuming there is more than one file system mounted, this one service check object is checking multiple file systems. In an environment that has thousands of service checks running, it can be a good thing to reduce the amount of alerts that get sent to staff.
Furthermore when using "Xen Live Migration" Xen VMs can be moved under fully load from one machine to another, while the services on the VM keeps running without noticeable interruption for the users. According to the Nagios functionallity defining up to three return values, you are able to define a minimum number of running Xen VMs, which are expected to run in the productive Xen system environment on the Xen Hypervisors — the physical SLES10 servers. The input and return values of check_xenvm correspond to the common used Nagios plugin interface, where the plugin can be called with a threshold to trigger a warning or critical message, which is returned by the Nagios plugin when the check on the server was performed.
The point is that the check_xenvm plugin executes the Xen command "xm list" which needs to be run with root permissions, otherwise the plugin will fail. The "xm top" display from webprod05 shows all available Xen VMs (xen-vm1 to xen_vm4), where xen_vm4 is shown in the state paused (p) and the other Xen VMs are in the state running (r) or blocked (b = the vcpu is awaiting for an external event to happen).
The red critical entries for the servers webprod03 and webprod04 state, that there are actual no Xen VMs running on these servers, asuming when using a Xen virtualization environment, that at least one VM is running on each Xen Hypervisor. Depending on the configured values for the "Xen Virtual Machine Monitor" plugin, Nagios diplays green (OK), yellow (WARNING) or red (CRITICAL) status, when using the Nagios Web interface as shown below.
If you want, you can use the “-p” (for path) to specify exactly which disk or disks to check. Nous aborderons le sujet de la supervision a distance de la memoire vive (RAM) de nos serveurs.
So you have the option of checking all disks with one service check object, or, each path with it’s own service check object.




Cost per sq ft to build your own home
Free accident reports wi
Vehicle identification number year code nace


Comments to «Check nagios iis»

  1. BIG_BOSS writes:
    They'd nonetheless be capable of hold their inventory of perishables from the solar vitality collected throughout the.
  2. canavar_566 writes:
    Stop to perform, fuel stations will.